Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

sabato 23 settembre 2017

Recensione: 'La Principessa degli Elfi. La Rivolta' di Licia Oliviero

Buongiorno lettori e buon sabato! Oggi è con grande, grandissimo piacere che vi parlo del secondo volume di una serie che avevo iniziato a leggere nel 2014. Avevo recensito il primo volume qui nel blog, poi avevo avuto notizia che i volumi seguenti non sarebbero stati pubblicati in cartaceo. 
Qualche giorno fa, contattata dalla stessa autrice, ho avuto la bellissima sorpresa di sapere che finalmente avrei potuto stringere tra le mani l'edizione cartacea dei seguiti e, nonostante i volumi siano per dimensione e stile totalmente diversi dal primo, sono davvero contenta di aver finalmente avuto l'occasione di continuare a leggere una trilogia che, ora posso dirlo, sto vedendo crescere, così come anche le mie recensioni sono maturate nel corso del tempo (ecco qui quella del primo volume).
Mi sto perdendo in chiacchiere, vi lascio subito al mio parere su 'La Principessa degli Elfi. La Rivolta'!

Titolo: La Principessa degli Elfi. La Rivolta
Serie: La principessa degli elfi #2
Autore: Licia Oliviero
Pagine: 326
Prezzo: € 14,99
Editore: Autopubblicato

TramaL’Oscurità sembra aver vinto ed eclissato la Luce.

Layra e Ally sono prigioniere e sfruttate dai loro nemici, mentre Anter è libero in un regno prostrato e in catene.
Catene che iniziano a cedere, forzate dagli Elfi della Luce ribelli che, sfuggiti ai rastrellamenti nemici, intendono combattere per riprendersi la propria patria.
Si avvicina una nuova battaglia: mettere al sicuro i prigionieri e le persone amate non è sufficiente, nascondersi non è più un’opzione valida, per quanto allettante possa sembrare.
La sfida è assolutamente impari, ma ciò che spinge Layra e i suoi alleati è l’amore per la propria casa, per la propria famiglia e per il proprio


Recensione:

Essendo passato molto tempo dalla lettura del primo volume di questa serie, temevo di non riuscire ad affrontare con lucidità questo secondo libro. Al contrario di quello che pensavo, invece, sono riuscita a reinserirmi all'interno della storia in men che non si dica, così come sono riuscita sin da subito a ritrovare familiarità coi personaggi.
In 'La Rivolta' è evidente un profondo cambiamento nella scrittura dell'autrice, sopratutto dal punto di vista dei dialoghi. Non ci si trova più davanti ad un testo quasi infantile ma, al contrario, si vede una differenza di impegno che sottolinea sia la passione dell'autrice per la sua storia, sia la sua voglia di migliorarsi di pagina in pagina.
Soltanto i discorsi più smielati tra Layra ed Anter a volte risultano un po' eccessivi, ma è risaputo che io non vado particolarmente pazza per le storie d'amore tutte amorini, cuoricini e bacini, quindi non posso non dubitare del fatto che molto probabilmente altri non noterebbero questa sovrabbondanza di sdolcinatezza che aleggia un po' per tutto il libro. 
Anche la forza emotiva dei discorsi di Amos mi ha colpita, perché trasudano un odio e una cattiveria che si abbinano alla perfezione col personaggio, ma a volte riescono a far male addirittura al lettore per la loro profonda crudeltà.
La trama è accurata, ricca di colpi di scena ed è accompagnata da uno stile semplice e fluido. Finalmente non si ha la scoperta dei poteri soltanto al momento più opportuno, come accadeva spesso nel primo libro. Layra è padrona di sé e sa utilizzare il suo potere, nonostante esso spesso le vada incontro. Nel corso del libro ci sono anche moltissime scene emozionanti che mi hanno profondamente toccata.
Questa trilogia si sta sviluppando dando il meglio di sé ed ero indecisa sul voto da dare a questo libro, ma siccome non sono solita dare mezzi voti (anche se ultimamente sto riflettendo al riguardo), ho deciso di dare il voto massimo non soltanto perché mi è piaciuto molto, ma anche perché ho molto apprezzato i miglioramenti che l'autrice ha apportato sia alla trama che al suo stile.

venerdì 22 settembre 2017

New entries #2

Buongiorno lettori! Mi sono resa conto che quest'anno ho pubblicato un solo post per farvi vedere le ultime entrate librose e sono tipo rimasta shockata. Oggi cerco di rimediare facendovi vedere alcuni degli ultimi volumi che sono entrati a far parte della mia libreria.
In realtà, negli ultimi giorni ho ricevuto altri libri perché è stato il mio compleanno, ma ho deciso di farveli vedere più avanti per poter creare un'altra puntata di questa rubrica che fin troppo spesso lascio al suo misero destino!


- 'Il figlio' di Lois Lowry;
- 'Il messaggero' di Lois Lowry;
- 'La rivincita' di Lois Lowry;
- 'Aspettami fino all'ultima pagina' di Sofia Rei;
- 'Il circo della notte' di Erin Morgenstern;
- 'Your name' di Makoto Shinkai;
- 'Le regole del tè e dell'amore' di Roberta Marasco;
- 'Il tempio degli abissi' di Julia Sienna.

Direi di partire da un primo gruppo di libri, composto dagli ultimi tre libri della serie di Lowry, 'Il circo della notte' e 'Your name'. Si tratta di cinque libri che volevo da tantissimo tempo e che ho recuperato su Amazon pagando in tutto soltanto €5,00 grazie ad un buono di €45,00 riscattato attraverso un'applicazione apposita che si chiama Friendz. Sono tutti nuovi e, anche se quando li hanno impacchettati hanno rovinato qualche costina, sono molto contenta di averli finalmente in libreria! Sono certa che leggerò presto gran parte di questo gruppo, perché è davvero troppo tempo che aspettavo di prendere questi volumi!
Altri tre libri che volevo da tempo sono 'L'universo nei tuoi occhi', 'Le regole del tè e dell'amore' e 'Il tempio degli abissi'. I primi due me li ha trovati mamma a metà prezzo e le ho detto di prenderli, mentre il terzo è uscito da pochissimo e appena uscito me lo ha regalato l'autrice stessa. Julia è una mia grande amica e non la ringrazierò mai abbastanza per avermi regalato l'ultimo libro della sua serie in un momento che per me era davvero nero. La adoro 
Infine, l'ultimo libro è 'Aspettami fino all'ultima pagina', che mi è stato inviato a sorpresa dalla casa editrice mentre io ero ad Avellino e che conto di leggere a brevissimo!

Conoscete questi libri? Ne avete letto qualcuno?

mercoledì 20 settembre 2017

WWW... Wednesday! #20

Buongiorno lettori! Come avevo detto l'altro giorno sulla pagina FB, da questa settimana dovrei tornare attiva a pieno regime. Domenica mattina il mio fidanzato è partito, dopo due mesi che stavamo insieme, e ci rivedremo molto probabilmente a Natale. E' stato davvero traumatico, sono un sacco triste.
Cerco di non abbattermi troppo pensando alla nota positiva, ovvero il fatto che ora ho tutto (o quasi) il tempo per tornare a dedicarmi al blog. Per quanto riguarda le letture, ho concluso quelle necessarie agli esami (anche perché sto facendo l'esame mentre voi leggete questo post ahahahahah) e finalmente posso tornare a dedicarmi alle letture per diletto. Ho qualche giorno di pausa prima che ricomincino le lezioni (settimana prossima) ed ho intenzione di dedicarmi quasi tutto il tempo alla lettura, anche perché gli orari delle lezioni mi annunciano che sarò tutti i giorni in facoltà dalle 10 alle 18:30. Diciamo che non rimane molto tempo per vivere -.-
Dopo questo enorme sproloquio, che spero non vi abbia annoiati, passo finalmente a mostrarvi quelle che sono le letture che mi hanno - e mi terranno - tenuto compagnia nell'ultimo periodo.

Ho recentemente finito di leggere:
'Morga. La maga del vento' di Moony Witcher;
'Orgoglio e pregiudizio' di Jane Austen.
(cliccate sui titoli per leggere le recensioni)

Sto leggendo:
'La Principessa degli elfi. La Rivolta' di Licia Oliviero.

Leggerò:
'Aspettami fino all'ultima pagina' di Sofía Rei.

Quali sono i vostri titoli?

lunedì 18 settembre 2017

Recensione: 'Orgoglio e pregiudizio' di Jane Austen

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Oggi vi lascio la recensione dell'ultimo libro che ho dovuto leggere per l'imminente esame del 20 Settembre. Per il momento potrò finalmente ri-dedicarmi alle mie letture per diletto, ma con l'inizio del nuovo anno universitario sono certa che avrò tantissimi altri volumi da dover leggere.

Titolo: Orgoglio e pregiudizio
Autore: Jane Austen
Pagine: 332
Prezzo: € 7,90
Editore: Crescere Edizioni

TramaI Bennet sono una famiglia rispettabile, ma non agiata, che vive nell'Hertfordshire, composta dai genitori e da cinque sorelle: Jane, Elisabeth, Mary, Catherine e Lydia. La signora Bennet è una donna frivola e dal comportamento spesso imbarazzante, il cui unico scopo nella vita è quello di trovare un buon marito alle proprie figlie. Quando il ricco Charles Bingley si trasferisce vicino alla tenuta dei Bennet con le due sorelle e l'amico Darcy, si verificano cambiamenti importanti. Jane infatti si innamora, ricambiata, di Bingley, mentre tra Darcy ed Elisabeth si crea subito una forte antipatia. Nei giorni successivi Jane si reca a trovare Miss Bingley, ma a causa di un temporale si ammala ed è costretta a restare a casa dell'amica. Elisabeth raggiunge la sorella per assisterla ed è proprio in questa occasione che Darcy approfondisce la sua conoscenza della ragazza e se ne innamora. L'arroganza ed il pregiudizio di Darcy tuttavia lo portano a convincere Bingley che Jane non è innamorata di lui, allontanandolo così da Netherfield. Jane ne soffre moltissimo ed Elisabeth si convince ancora di più della bassezza morale di Darcy, causa dell'infelicità della sorella. In seguito, durante un viaggio di piacere a Londra, Elisabeth incontra di nuovo Darcy; i due in quell'occasione hanno modo di chiarirsi ed i loro sentimenti sembrano finalmente superare i pregiudizi e l'orgoglio di classe.

Recensione:

'Orgoglio e pregiudizio' è un altro degli intramontabili classici della letteratura inglese, quindi come sempre ci tengo a sottolineare che non sono qui per farne un'analisi critica, ma soltanto per parlare delle mie impressioni personali.
Ho esitato per moltissimo tempo prima di decidermi a leggere questo libro e, onestamente, non mi aveva mai attratta al cento per cento. Ho iniziato a leggerlo con la scusa dell'esame universitario e devo dire di essere rimasta sia indifferente alla storia, che in alcuni punti sorpresa da essa.
La narrazione è molto spedita e Jane Austen mi ha nuovamente sorpresa con il suo stile semplice e piacevole che mi ha accompagnata per tutto il volume permettendomi di leggere la storia abbastanza velocemente.
La trama di per sé non mi è dispiaciuta, soltanto che ho trovato particolarmente la prima parte molto ripetitiva. Praticamente non accade nulla di eclatante per tutto il corso del libro, tranne che alla fine quando finalmente si scoprono tutte le carte e si ha la svolta per Jane ed Elizabeth.
I personaggi mi sono in parte piaciuti e in parte no. Alcuni hanno toccato la mia simpatia (ad esempio Mr. Bennett, Elizabeth e suo padre), altri mi hanno sfiorato qualche nervo (ad esempio Lydia, sua madre e Lady Catherine) ed altri ancora mi hanno lasciata abbastanza indifferente, come il tanto chiacchierato Mr. Darcy che non ha avuto in me l'effetto che ha avuto in tutti quelli che conosco. Non è scattata per me la scintilla amorosa verso di lui, ma non mi ha nemmeno infastidita. E' un personaggio particolare, che però non mi ha colpita troppo.
Attraverso questa opera è stato interessante riconoscere gli ideali dell'autrice per quanto riguarda il matrimonio e l'economia, però devo dire che, per quanto non mi sia dispiaciuto, questo libro non mi ha nemmeno fatta innamorare.